Stampa questa pagina

“The day After” considerazioni semi-serie su Foggia-Reggina

Ormai sulla partita avete visto, sentito e detto tutto. Perfino il mio articolo ironico è perfettamente inutile, per questo lo pubblico.

LE SCOMMESSE. Cominciamo dalla fine. Amm vind 1-0. Alla faccia di quelli che avevano scommesso sulla sconfitta perchè avevano letto il post di un anonimo su un forum. Sentite a me, non credete mai alle bufale che leggete su internet. E pure quelle ventenni bonazze che vi chiedono l'amicizia, forse vi darò un dispiacere ma sappiate che non sono persone reali...

GLI OCCASIONALI. Sta cosa degli occasionali ci sta sfuggendo di mano. Mentre ero in fila un tizio ha cercato di superarmi e quando glie'ho fatto notare mi ha detto “dove stavi quando giocavamo con il Fortis Trani?”. “Io in serie D avevo l'abbonamento, tu entravi senza biglietto come oggi?”

I TORNELLI. La fila all'entrata è una cosa insopportabile. Se andiamo in serie B oltre a 3/4 giocatori ci vogliono anche 7/8 tornelli. Non possiamo comprarli di seconda mano da qualche squadra che retrocede? Tanto loro che se ne fanno...

STRAPIENO. Lo stadio era strapieno. Non solo erano finiti i biglietti. Ma pure i panini nei forni nei pressi dello stadio. Perfino il ragazzo che vendeva il fumo ha fatto sold-out. C'è stata gente che per la prima volta da inizio campionato ha visto una partita senza farsi una canna, poi dopo la prima mezz'ora senza un tiro in porta ha iniziato a fumarsi l'origano del pane e pomodoro...

PIO E AMEDEO. Pio e Amedeo ci hanno fatto fare un sacco di risate. Ma ci hanno anche tolto una certezza, che i foggiani che diventano famosi iniziano a pensare ai cazzi loro e si ricordano di noi solo in casi particolari. Su quella cosa che avete scritto sullo striscione non saprei, ma non pensate che nel caso Rocco Siffredi li avrebbe scritturati?

LA FINE DEL PRIMO TEMPO. In curva sud eravamo strettissimi, così stretti che potevi sentire l'odore del panino di quello che ti stava a fianco, e se non lo sentivi dal panino lo sentivi dall'alito. Ad un certo punto il tizio davanti a me apre una vaschetta e comincia a prendere dei pezzi di frutta. Ma che veramente, la frutta allo Zaccheria? Va bene gli occasionali, le donne, gli juventini, i ragazzini... ma pure i vegetariani mo devono entrare?

ZEMAN. L'allenatore della Reggina era il figlio di Zeman. Ma l'avete visto come hanno giocato tutti in difesa? E il padre non l'ha ancora diseredato?

19 ANNI. Odio la retorica. E' stato già detto che aspettiamo questo momento da 19 anni? Una cosa però, abbiamo aspettato 19 anni, possiamo aspettare un'altra settimana?

PS. So che non c'entra niente, ma volevo essere il primo a chiedervelo: “Che fate a Pasquetta?”

di Sandro Simone


 COMMENTI
  •  reload