Aggressioni fisiche e minacce di morte nei confronti dell'ex convivente

Arrestato mentre era appostato sotto casa della vittima

Minacciava l'ex convivente di morte, per questo motivo Paolo Guerra, 35 anni, è stato arrestato dai Carabinieri di Manfredonia per atti persecutori.
L’APPOSTAMENTO. La donna aveva allertato il 112 raccontando che sotto la propria abitazione era parcheggiata, per l’ennesima volta, l’auto con all’interno Guerra, il quale continuava a minacciarla di morte tramite sms. Subito giunti sul posto i Carabinieri avevano constatato che l’uomo, con il telefono ancora in mano, stava continuando a minacciare la donna.
LA DENUNCIA. La vittima aveva presentato la denuncia nei confronti di Guerra solo pochi giorni prima per le continue e reiterate condotte ossessive. L’uomo, infatti, si era già reso responsabile di aggressioni fisiche nei suoi confronti, di danneggiamenti alle autovetture e di minacce anche verso parenti ed amici della vittima. Inoltre, la donna aveva paura di mandare il bimbo di 3 anni - avuto dalla relazione con l’uomo - all’asilo, per evitare che lo stesso potesse portarlo via.

di Redazione 


 COMMENTI
  •  reload