Baby rapinatori mascherati: rubano in tabaccheria e puntano pistola contro le forze dell'ordine

Due arresti a Torremaggiore

Nella serata di mercoledì scorso i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di San Severo hanno tratto in arresto a Torremaggiore per rapina aggravata in flagranza di reato, due giovanissimi: A. L., diciottenne, e un altro ancora più giovane, di appena sedici anni.

LA SEGNALAZIONE. Nel corso del servizio antirapina, i Carabinieri avevano ricevuto un'allarmante segnalazione di un passante, riguardante due persone sospette, che alcuni minuti prima erano entrate in una rivendita di tabacchi, con ogni probabilità solo per effettuare un sopralluogo, prima di passare all’azione criminosa. Acquisite tutte le informazioni, i militari hanno tenuto sotto stretta osservazione la tabaccheria finché, dopo un po’, hanno visto sopraggiungere due persone (uno armato di pistola), con i volti travisati da maschere di carnevale del tipo “Anonymous”. Entrati all’interno, uno dei malfattori teneva sotto tiro il titolare della tabaccheria mentre l’altro, saltando il bancone, si dirigeva verso il registratore di cassa, dal quale portava via il denaro contante. A questo punto i Carabinieri sono intervenuti e, dopo essersi qualificati, hanno intimato, armi in pugno, ai due rapinatori di fermarsi e di deporre l’arma a terra. Per tutta risposta, il giovane che impugnava la pistola, per alcuni secondi, l’ha puntava in direzione dei militari, ma dopo qualche secondo ha desistito.

LE ALTRE RAPINE. I due, su disposizione della Procura Ordinaria della Repubblica di Foggia e quella per i Minori Bari, sono stati posti agli arresti domiciliari in attesa di giudizio. Sono ora in corso accertamenti al fine di verificare eventuali responsabilità dei due malfattori nella commissione di altre rapine perpetrate, con le stesse modalità, nei giorni precedenti a San Severo e comuni limitrofi.

di Redazione 


 COMMENTI
  •  reload