Stampa questa pagina

#Satira. Bruciato un luogo simbolico, pieno di storia, appena ristrutturato. Mica è lo Zaccheria?

Speciale Foggia Vocc'Aperta Week News dedicata a Villa Faragola

Questa settimana niente battutine giorno per giorno, c'è una cosa particolamente importante. Ieri ho detto ad un amico che avevano bruciato un luogo pieno di storia, che attirava persone da tutta Italia e che avevamo speso un sacco di soldi per ristrutturare. Si è spaventato, pensava fosse successo qualcosa allo Zaccheria...

PERCHE'. Scherzi a parte, sta cosa di Villa Faragola mi ha veramente colpito. Che poi perchè l'hanno bruciata? Se bruci dei rifiuti è perchè vuoi fare imbrogli sullo smaltimento. Se bruci un bosco è perché vuoi costruirci qualcosa, o pascolarci gli animali o lavorare nello spegnimento dell'incendio. Ma se bruci un parco archeologico, che cazzo ci guadagni? Che problema hai, la tua ragazza ti ha lasciato per un archeologo? E non ti puoi ubriacare come fanno tutti in questi casi? E non mi dire che si tratta di un'estorsione, che con tutti i settori pubblici proprio a quello più sfigato e senza soldi vuoi andare a rompere le palle?

LA CULTURA. Lo so che non è il momento delle polemiche, ma ieri certi post su facebook erano veramente esagerati. Gente che parlava di “salvaguardare il patrimonio culturale” e non solo a Faragola non c'era mai stata, ma sull'ultimo libro che ha comprato c'è ancora il prezzo in lire e se vede un dizionario di Italiano reagisce come il diavolo con un esorcista!

IL PATRIMONIO ARTISTICO. Villa Faragola era veramente un parco importantissimo, lo dicono tutti: universitari, intellettuali, politici... Così importante che... inzò, non c'era nessun tipo di sorveglianza? Pensa se non se lo cacava nessuno come doveva essere messo...
Ho letto che presto avrebbero messo le telecamere di videosorveglianza. Com'era quel modo di dire sul fatto che a Santa Chiara dopo il furto misero le porte di ferro? Appund...

GLI ALTRI. Posso proporre una cosa? Ok la ricostruzione e i lavori, ma possiamo iniziare a capire da subito come possiamo iniziare a proteggere gli altri luoghi come questo che ci sono il Capitanata? Sono tutti sicuri, vero?

COME LA FENICE. Già lo so che in molti si arrabbieranno leggendo questo pezzo, che non si scherza su certe cose. Ma forse dovremmo capire che non hanno bruciato uno scavo, hanno bruciato casa nostra. Dovremmo reagire come i veneziani quando bruciarono il teatro La Fenice. Vigilare sui fondi per la ricostruzione, mandare i nostri migliori vecchietti a controllare i cantieri, contare i giorni che mancano alla riapertura come facciamo con il giorno di inizio delle ferie...

UN’IDEA. La cosa che non sopporto è che già lo so che tra qualche settimana i media non ne riparleranno più, i fondi tarderanno ad arrivare per qualche problema burocratico, i lavori andranno a rilento... Servirebbe un'idea, qualcosa che ci garantisse dirette televisive, visite di politici, gara tra le istituzioni locali tra chi è più presente... E se dicessimo che a bruciarlo sono stati i negri?

di Sandro Simone


 COMMENTI
  •  reload