Catalogna indipendente, sì o no? La parola a due studenti Erasmus spagnoli

Conversazione con Magda e Javier, l’una catalana l’altro di Badajoz

Magda è di Badalona, una delle città più antiche e gettonate della Catalogna, situata a 13 chilometri da Barcellona. Javier è di Badajoz, nell’Estremadura, a 6 chilometri dal confine portoghese. Entrambi sono studenti ed entrambi hanno intrapreso il progetto Erasmus di scambio universitario nell’Ateneo di Foggia. L’una, alla facoltà di Scienze dell’Educazione. L’altro, a quella di Agraria. A dividerli però, è una questione di stringente attualità che da diverse settimane tiene in scacco politico e culturale l’intera Spagna: l’indipendenza della Catalogna.

L’ARIA CHE SI RESPIRA IN SPAGNA. Nel tentativo di approfondire la questione e di apprendere le voci, le impressioni e le considerazioni delle generazioni che rappresentano il futuro della nazione spagnola, abbiamo intervistato questi due validi studenti che, da alcuni giorni, frequentano proprio le strade del capoluogo Dauno. La conversazione ha avuto luogo nel “campo neutro” del “Bar Emotion” di Foggia, davanti a un caffè, in via Conte Appiano. Stesse domande, diverse risposte: due punti di vista discordanti ed entrambi meritevoli di attenzione, raccolti allo scopo di provare a comprendere le ragioni di entrambe le fazioni, respirando così, anche a Foggia, un po’ di quell’aria tumultuosa ma stimolante che da qualche tempo sta attraversando la vicina Spagna. L’intervista è stata realizzata in collaborazione con l’associazione ESN ASE Foggia e, soprattutto, grazie alla preziosa traduzione “live” di Michele Ruggiero.
Riprese di Fulvio di Giuseppe

La conversazione con i due studenti spagnoli ha avuto un piccolo seguito in cui Javier, l'anti-indipendentista, ha posto un paio di domande a Magda, l'indipendentista catalana.

di Alessandro Galano


 COMMENTI
  • Camillo

    10/10/2017 ore 15:37:29

    Olio!!!!
  • Javier

    10/10/2017 ore 15:37:33

    mancano le ultime domande, ti preghiamo di caricarle
  •  reload