Un territorio sempre più a misura di animali: è il "dog-trekking" sul Gargano

Dopo Vieste pet-friendly, tra le prime destinazioni italiane per gli amanti dei cani, ecco che il territorio risponde con il dog-trekking, un'uscita fuoriporta per cani e padroni.

"IL CONTESTO GIUSTO". A organizzare iniziativa il “Il Centro Cinofilo "Amici Miei", di Cerignola, diretto dalla giovane Anna Balzano: “Il centro cinofilo - spiega - si occupa di realizzare iniziative a forte impatto sociale, in modo che si possa creare il contesto giusto per incontrare e conoscere persone nuove, per crescere e confrontarsi, per riscoprire passioni o rinforzare quelle già esistenti, dando la possibilità di entrare a contatto con la natura e con gli animali, in particolar modo con i cani, imparando a relazionarsi con essi, i nostri migliori amici, nel modo giusto”.

LE GUIDE. La meta sarà Bosco Fajarama, a San Marco in Lamis, un polmone verde, immerso nella magica atmosfera del Gargano. Un luogo poco conosciuto ma ricco di storia e testimonianze di un rapporto perduto di equilibrio tra uomo e natura. Per arricchire la giornata, ci sarà il supporto di un gruppo di tre giovani professionisti che promuovono il turismo e la divulgazione delle bellezze del Parco Nazionale del Gargano: la guida turistica Domenico Sergio Antonacci, il fotografo paesaggista Giuseppe Bruno e Gennaro del Viscio, giovane naturalista che ci illustrerà le curiosità e le unicità della flora e della fauna del promontorio. Durante il dogtrekking l'istruttrice cinofila e responsabile del centro Anna Balzano fornirà i giusti consigli per gestire al meglio i cani negli spazi aperti (Per informazioni e iscrizioni: 3477750952).

di Redazione 


 COMMENTI
  •  reload