Stampa questa pagina

ELEZIONI 2018/ Il centrodestra chiude all'Amgas: "A Roma per la nostra terra, non per le poltrone"

Il centrodestra ha chiuso all’interno di un gremito auditorium dell’Amgas la campagna elettorale, in vista del voto del 4 marzo.  Sul palco erano seduti i candidati al proporzionale, insieme alle due candidate ai collegi uninominali della Camera e del Senato, che in altri incontri hanno amato definirsi le “due facce della stessa medaglia”, in rappresentanza del mondo della militanza politica e della imprenditoria: Michaela Di Donna e Antonella Spezzati. 

OBIETTIVO: ROMA. “La mutazione genetica che mi ha trasformato da donna della società a figura politica, si è compiuto in pochissimo tempo”, ha affermato Antonella Spezzati, mentre “tra i problemi da risolvere nella nostra terra – ha tuonato Michaela Di Donna -, di sicuro c’è quello delle infrastrutture: penso alle strade e a quell’aeroporto per cui il presidente Emiliano, da molti mesi, ha promesso (ma di fatto non ha offerto) soluzioni. Noi siamo la Capitanata, e io rivendico il diritto di avere una terra migliore. Noi vogliamo andare a Roma non per occupare una poltrona, ma per occuparci della nostra terra”. 

I PROTAGONISTI. Sul palco, insieme alla Di Donna e la Spezzati, Angelo Cera, Anna La Medica, Raffaele Di Mauro, Gianvito Casarella, Joseph Splendido, Fabio Valerio e Dario Damiani. A condurre la serata la presentatrice Flora Baldi.

</span>
Contenuto sponsorizzato

di Redazione 


 COMMENTI
  •  reload