L'Isola Pedonale? Per il consigliere Buonarota ha causato "uno stato d'anarchia"

“Ma la colpa è anche degli automobilisti foggiani”

È l'argomento clou delle ultime settimane. La pedonalizzazione del centro, dopo la protesta di alcuni commercianti (emblematico il cartello affisso: “Isola Pedonale SI', Isola fantasma NO”, LEGGI), torna a far discutere. E Luigi Buonarota, il consigliere comunale più suffragato nell'ultima tornata elettorale (ad oggi all'opposizione), fa i conti in tasca all'Amministrazione e all'Ataf, dando una stima negativa di questo tentativo di Isola Pedonale e parlando in merito di “pressapochismo” e “improvvisazione”. Infine, non risparmia neanche gli automobilisti foggiani.

 “STATO D'ANARCHIA”. “Viene da sorridere quando il centrodestra dichiara che l'iniziativa dell'area pedonale sia stata frutto di incontri e attente valutazioni da parte del Sindaco e dell'intera struttura comunale – afferma nella sua nota, inviata agli organi di informazione, Buonarota – l'unico dato di fatto è che le loro scelte poco oculate hanno causato un vero e proprio stato di anarchia per le vie del centro foggiano. Senza considerare – continua il consigliere – che in tutto questo trambusto non sono state prese in considerazione le ripercussioni sull'Ataf”.

 “UNA PERDITA DI CIRCA 625.000 EURO”. Secondo Buonarota infatti, l'allargamento dell'isola pedonale avrebbe fatto registrare un aumento medio dei tempi di percorrenza con in cambio “una diminuzione della distanza percorsa. Questo – si legge ancora – si tradurrebbe in soldoni in una perdita annuale di circa 625mila euro, senza contare le perdite derivanti dall'esclusione di 110 stalli a pagamento di Via Diomede, Via Lanza, Piazza Umberto Giordano e Via Tugini dalla zone di sosta tariffata. Alla faccia delle attente valutazioni!”

 AUTOMOBILISTI INDISCIPLINATI. Alla mancanza di una campagna d'informazione adeguata, della quale va incolpato il Comune, e di un dialogo costruttivo sull'argomento, il consigliere all'opposizione aggiunge anche la mancanza di collaborazione da parte dei cittadini: “specie gli automobilisti che troppo spesso a Foggia dimostrano di essere indisciplinati”. Le lunghe colonne di auto parcheggiate, a dire di Buonarota, non “aiutano” e non favoriscono il traffico (come esempio, il consigliere cita via Capozzi, costantemente intasata da auto in doppia fila). “Auspichiamo – conclude – un maggior controllo da parte della Polizia Municipale”.

di Alessandro Galano


 COMMENTI
  •  reload