Foggia Festival Sport Story: da Osvaldo Soriano al radiodramma a teatro, passando per il pallone giocato e “cantato”

Presentata la seconda edizione alla Fondazione Monti Uniti

Teatro e letteratura, spettacoli e libri. La seconda edizione del Foggia Festival Sport Story, presentato questa mattina nella Sala Rosa del Vento della Fondazione Monti Uniti e alla presenza del Presidente Aldo Ligustro e del sindaco di Foggia Franco Landella, si muove tra questi due estremi artistici, concentrandosi nel week-end di venerdì 8, sabato 9 e domenica 10 settembre. Un unicum nazionale, un’idea nata lo scorso anno nel capoluogo dauno per iniziativa del giornalista Filippo Santigliano e col sostegno della Fondazione e che, come rimarcato in sede di conferenza stampa, per caratteristiche e tipologia non ha emuli in nessun altro festival nella penisola.

UNA PRODUZIONE TEATRALE NATA NEL FESTIVAL. Al centro della kermesse 2017, la figura straordinaria dello scrittore argentino Osvaldo Soriano, cui è dedicata questa edizione, oggetto, inoltre, di una coproduzione che ha “messo d’accordo” – come ha dichiarato l’Assessore alla cultura, Anna Paola Giuliani, sottolineando la difficoltà dell’impresa – due compagnie teatrali del territorio: la Piccola Compagnia Impertinente guidata da Pierluigi Bevilacqua e il Teatro dei Limoni diretto da Roberto Galano – peraltro creando un “gemellaggio” con il festival NU.D.I. (LEGGI). “Mister”, questo il nome dello spettacolo che vede protagonisti i due attori, è un libero adattamento di “Futbòl”, l’opera letteraria più nota dell’indimenticabile scrittore argentino, calata nel mondo del pallone ma non senza quella mitologia fantastica e quel tocco di popolarità cari all’autore di “Triste solitario y final”, altra perla oggetto di rievocazione teatrale nella pièce in programma venerdì 8 settembre al Teatro U. Giordano (ore 20.30). “Una vera e propria produzione artistica – ha sottolineato lo stesso Santigliano – che nasce all’interno del Foggia Festival Sport Story e che potrà essere portata anche fuori dal nostro territorio”.

IL RADIODRAMMA DELLE OLIMPIADI A TEATRO. Ma “Mister” è solo uno dei due spettacoli in programma: domenica 10 settembre infatti (ore 21), sempre sul palcoscenico del Teatro U. Giordano, avrà luogo “Olimpicamente”, opera teatrale sui generis a cura della Fonderia Mercury, compagnia milanese che ha riportato in auge lo stile del radiodramma – o audiodramma, come indicato sulla scheda dello spettacolo – convertendolo in un linguaggio teatrale del tutto innovativo. Sulla scena, infatti, gli attori vivono in prima persona le vicende di alcuni dei più grandi campioni che hanno fatto la storia delle Olimpiadi, raccontandole come se fossero, appunto, i protagonisti di un radiodramma: gli spettatori – qui una delle novità dello spettacolo – ascoltano gesta e imprese dei protagonisti attraverso un paio di cuffie radiofoniche consegnate al momento del loro ingresso a teatro (nel video a corredo dell’articolo, l’attore Pierluigi Bevilacqua spiega in modo esaustivo la particolarità dell’opera).

I RIBELLI DEGLI STADI E LA POESIA DI DARWIN PASTORIN: I LIBRI. A dare corpo e sostanza alla rassegna poi, due libri differenti tra loro, entrambi ambientati nel mondo del calcio, dentro e fuori dal cosiddetto rettangolo di gioco. “I ribelli degli stadi” (Odoya, 2017), del giornalista – ed ex ultras – Pierluigi Spagnolo è diventato, negli ultimi mesi, una sorta di best-seller nel suo genere, scalando le classifiche nazionali di saggistica e raccontando la storia di quello che, a tutti gli effetti, può ben essere definito come un vero e proprio “movimento”. L’autore, originario di Bari, aprirà il festival venerdì 8 settembre, alle ore 18.30, nello spazio antistante la libreria Ubik di Foggia, in Piazza U. Giordano, all’aperto, conversando con il giornalista sportivo Antonio di Donna. L’indomani invece, nella stessa location ma alle ore 19, sarà la volta di una delle grandi firme del giornalismo nazionale, soprattutto di marca calcistica: l’italo-brasiliano Darwin Pastorin, autore di un libro di pura letteratura sportiva, “Lettera a un giovane calciatore” (Chiarelettere, 2017).

GLI ORGANIZZATORI E IL PROGRAMMA. Il Foggia Festival Sport Story, infine, è organizzato dalla Fondazione Monti Uniti, con il sostegno dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Foggia e la collaborazione della libreria Ubik e della Piccola Compagnia Impertinente. Di seguito, il programma completo (tutti gli spettacoli teatrali sono gratuiti) :
- Venerdì 8 settembre:
ore 18.30, Piazza U. Giordano (spazio antistante la libreria Ubik)
Pierluigi Spagnolo
"I ribelli degli stadi. Una storia del movimento ultras negli stadi" (Odoya, 2017)
A seguire, ore 20.30
Teatro U. Giordano
"Mister", liberamente tratto da Futbòl di Osvaldo Soriano
Piccola Compagnia Impertinente & Teatro dei Limoni
Festival NU.D.I. & Foggia Festival Sport Story
 - Sabato 9 settembre:
ore 18.30, Piazza U. Giordano (spazio antistante la libreria Ubik)
Darwin Pastorin
"Lettera a un giovane calciatore" (Chiarelettere, 2017)
 - Domenica 10 settembre:
ore 21.00, Teatro U. Giordano
"Olimpicamente. Pensieri, parole, opere e... campioni"
Fonderia Mercury

di Redazione 


 COMMENTI
  •  reload