Stroppa in cerca di rivincite: “Abbiamo rotto il ghiaccio con la B ma ora saremo protagonisti”

La conferenza stampa prima della gara casalinga contro l'Entella


“Mettiamola così: abbiamo già rotto il ghiaccio con la categoria superiore, la delusione è stata tanta ma ora sappiamo che non possono esserci cali di tensione e non deve accadere più. Sono convinto che saremo protagonisti in campionato”.

LA SCONFITTA DI PESCARA. L'allenatore del Foggia, Giovanni Stroppa, alla vigilia dell'esordio allo Zaccheria contro la Virtus Entella, mostra tranquillità e prova ad archiviare la pesante sconfitta per 5-1 subita nella prima gara di campionato dal Pescara di Zeman. A confortarlo il gioco espresso dalla squadra per 60 minuti almeno fino al terzo gol degli avversari: “Ho rivisto la partita e, a freddo, correggo quanto ho detto immediatamente dopo la gara. Abbiamo mollato dopo il loro terzo gol e non dopo il secondo anche se cambia poco. Abbiamo espresso un ottimo gioco per 60 minuti ma poi c'è stato un black out. Ci abbiamo ragionato su e non succederà più, ne sono sicuro”.

I MOTIVI. Certezze anche sulle cause del calo psicologico: “Io do questa lettura” ragiona il mister rossonero. “Questa squadra mi aveva abituato a dormire sonni tranquilli sotto l'aspetto di abnegazione e determinazione. Evidentemente c'era molta aspettativa e voglia di dimostrare di valere anche in serie B. Mi verrebbe da dire presunzione anche se non è proprio il termine esatto. Fatto sta che anche nelle categorie superiori il segreto è non gettare mai la spugna e credo che ora i ragazzi l'abbiano capito”. A sorpresa invece il tecnico lombardo non punta il dito contro la difesa: “Là dietro abbiamo lavorato bene a differenza di quanto ho sentito in giro. Dove invece le cose non sono andate per il verso giusto è in mezzo al campo”.

LA FORMAZIONE. Proprio a centrocampo rientrerà dalla squalifica Vacca, la cui assenza si è fatta sentire: “Antonio ha i tempi giusti – il giudizio di Stroppa - ha capacità di lettura durante la gara e ha leadership riconosciute dal gruppo; in questo momento, dunque, è un punto di riferimento. Sulla formazione non ho dubbi e la squadra non ha bisogno di tante rivoluzioni se non una maggiore applicazione per tutti i 90 minuti”. Difficile quindi immaginare uno stravolgimento al di là dell'avvicendamento tra capitan Agnelli e Vacca. Anche Nicastro, dopo l'ottima prestazione di Chiricò, partirà dalla panchina per entrare a partita in corso. Qualche chance in più per il neoarrivato Camporese per cui Stroppa ha avuto parole di elogio. La rosa ampia, tuttavia, rischia di creare qualche malcontento: “Abbiamo una rosa di grossa qualità – non si scompone il mister - io cercherò di schierare ogni domenica la formazione migliore in base alle condizioni dei calciatori, naturale che qualche scontento ci sarà sempre”.

IL PROSSIMO TURNO E L'AVVERSARIO. Archiviata la sconfitta, occhi sul prossimo impegno allo Zaccheria contro la Virtus Entella: “Abbiamo lavorato sulle situazioni negative ma non occorre nessun particolare cambiamento rispetto a Pescara. Sono estremamente contento del lavoro svolto e ogni giorno che passa vedo la squadra crescere. Squadra che secondo me è in grado di essere protagonista in campionato”. Allo Zaccheria l'avversario arriva da una sconfitta casalinga contro il Perugia con lo stesso pesante passivo di 5-1 “Temo la loro voglia di riscatto, le due squadre si equivalgono e loro sono abituati alla categoria. Di contro confido nell'entusiasmo dello Zaccheria ma dovremo essere noi a trascinare la gente. Dovremo gestire meglio il possesso palla senza concedere ripartenze gratuite. Posso sembrare presuntuoso ma penso che le partite potranno seguire lo stesso spartito dell'anno scorso con il pallino del gioco in mano a noi. Ho visto molte partite e anche in serie b molte squadre preferiscono lasciar giocare e puntano alle ripartenze”. La parola ora passa dal campo. Tutti convocati nel Foggia, appuntamento alle 20,30 di domani sera allo Zaccheria.

AGGIORNAMENTO ORE 18. Indisponibile dell'ultimo momento per problemi fisici Giuseppe Figliomeni che è così l'unico non convocato nelle fila del Foggia.
 
PROBABILE FORMAZIONE. Guarna, Gerbo, Rubin, Agazzi, Martinelli, Empereur, Chiricò, Vacca, Mazzeo, Deli, Fedato

di Michele Gramazio


 COMMENTI
  •  reload