Manfredonia, il turismo riparte dal Carnevale

Una rete istituzionale per valorizzare il territorio

UN ATTRATTORE DI TURISMO. Il Carnevale come attrattore, per risvegliare il turismo sopito nel periodo invernale: è l’idea che sta alla base degli investimenti della Regione Puglia, della Provincia di Foggia e del Comune di Manfredonia per la sessantaduesima edizione del carnevale manfredoniano. Presentata stamane presso la Sala Ruota di Palazzo Dogana, l’edizione denominata ‘L’Expo dei colori’, copre un arco temporale di ben tre settimane. Una in più rispetto allo scorso anno, per incentivare il turismo di bassa stagione. Il programma completo è consultabile al sito www.carnevalemanfredonia.com

PROGETTO CURATO IN SINERGIA TRA LE ISTITUZIONI. “Una scelta per nulla casuale quella di presentare il programma nel capoluogo dauno, legata alla necessità di uscire dal provincialismo che per anni ha imperato nelle nostre convinzioni”: è questa l’idea di Michele De Meo, Presidente dell’Agenzia del Turismo di Manfredonia, che continua “abbiamo voluto fortemente la partecipazione della Regione in questo progetto, siamo figli della Puglia e grati di esserlo”.

NON SOLO GARGANO. Entusiasta è il commento dell’assessore al Turismo Regionale Silvia Godelli, che esalta le qualità attrattive non solo del carnevale, ma dell’intero territorio della provincia di Foggia: “il Gargano è una meta importante per il turismo religioso, enogastronomico e marittimo della nostra regione. Ma è bene che non resti solo. Proprio di oggi è la notizia che la Giunta della Regione Campania ha riconosciuto la via Francigena, che connette Campania e Puglia attraverso il territorio dei Monti Dauni. Una grande conquista per la nostra regione, a livello turistico, che ci permetterà di metterci in corsa per l’approvazione da parte del Consiglio d’Europa. Il territorio foggiano gode di numerosi pregi, dobbiamo essere in grado di valorizzarli.”

POLEMICHE VS DATI POSITIVI. Numerose sono state le riserve sul denaro pubblico speso per la realizzazione del carnevale. Il sindaco di Manfredonia, Angelo Riccardi, risponde alle polemiche emerse con grande asprezza, sottolineando come “queste manifestazioni non sono un modo per sperperare denaro. Sono invece una maniera intelligente per stimolare il turismo e fare in modo che quel denaro speso rientri, moltiplicato”. A dargli ragione sono le anticipazioni dei dati forniti dalla Godelli che afferma: “i numeri raccolti nell’anno 2014, che trasmetteremo a breve alla Borsa Internazionale del Turismo, presentano una situazione molto positiva per la nostra regione. Un quinto dei turisti, arrivati in Puglia lo scorso anno, proveniva dall’estero. Ciò ci permette di affermare che la Puglia è una meta del turismo internazionale e, questo, ci dà enorme soddisfazione.”

Bianca Bruno

di Redazione 


 COMMENTI
  •  reload