Manfredonia: minacce e violenze per l'appalto delle pulizie alla casa di riposo 'Anna Rizzi'

L'uomo aveva aggredito un consigliere comunale

LA TENTATA ESTORSIONE. La tentata estorsione si riferisce alle minacce e alle violenze che l’uomo aveva effettuato nei confronti del Commissario straordinario di un’azienda pubblica di servizi alla persona che opera presso la casa di riposo ‘Anna Rizzi’ di Manfredonia. La struttura attualmente guadagna 40.000 euro a bimestre.

L’AGGRESSIONE. L’episodio più grave si era verificato lo scorso 14 novembre, quando Pesante, verso le ore 9.30 in via Scaloria a Manfredonia, aveva raggiunto un consigliere comunale, marito

LE INDAGINI. Dalle denunce era emerso che Pesante per ben tre volte negli ultimi tre mesi si era presentato presso gli uffici del Commissario dell’azienda minacciando l’incolumità fisica sua e della famiglia. Inoltre, dalle indagini i carabinieri sono riusciti a ricostruire l’intera vicenda ed accertare che gli episodi di minaccia e violenza erano finalizzati alla pretesa dell’arrestato di garantirsi l’appalto delle pulizie alla casa di riposo.

di Michele Gramazio


 COMMENTI
  •  reload