Inseguito sulla SS16 e poi crivellato di colpi in area di servizio, muore 50enne

Ha tentato di sfuggire ai killer, che lo avevano agganciato già sulla statale 16, entrando ad alta velocità in una stazione di servizio alle porte di Foggia ma per Matteo Lombardozzi, 50 anni, di San Severo, con precedenti per droga, non c'è stato nulla da fare.

LA DINAMICA. Una volta nell'area di servizio, l'uomo ha fermato il furgone Fiorino, è sceso dal mezzo e ha provato la fuga a piedi ma è stato freddato da una sventagliata di colpi di fucile calibro 12 esplosi dagli assalitori, morendo sul posto.  Lombardozzi era da solo in auto. Il suo corpo è stato trovato a 4 o 5 metri dalla vettura. Sull'episodio indagano i carabinieri del Comando provinciale che, tra le altre cose, stanno esaminando tutte le immagini del circuito di videosorveglianza presenti sul percorso, lungo il quale i killer avrebbero tentato di ucciderlo, e nell'area di servizio.

di Redazione 


 COMMENTI
  •  reload