Pit-Pop lancia i piatti su Kickstarter con il progetto Pop Plate. I designer di Lucera sbarcano in America

Pit-Pop lancia i piatti su Kickstarter, la piattaforma di crowdfunding americana. Gli appassionati di food e pop art di tutto il mondo potranno afferrarli dando il proprio contributo fino al 22 aprile. I piatti Pit-Pop, o meglio “Pop Plate”, saranno a portata di clic di tutti i finanziatori, o meglio backers nel gergo della piattaforma che ha visto nascere tantissimi progetti creativi: dagli smartwatch ai film di Spike Lee, dalle borse frigo smart alle stampanti tridimensionali.

I PIATTI. Piatti di design, di respiro internazionale, che uniscono creatività, ironia, funzionalità ed estetica. Piatti per decorare la tavola e la casa. Da usare nella quotidianità - possono essere lavati in lavastoviglie e usati nel microonde - o per arredare una parete, grazie agli otto fori presenti sul retro che permettono di posizionarli creando diversi disegni. Piatti caratterizzati dal segno grafico Pit-Pop ideato da Antonella Tolve e Gennaro Schinco, designers italiani creatori del progetto di Pop Art digitale che, coniugandosi con l’interior decoration, dà vita a complementi d’arredo non convenzionali.

LO STILE. Linee minimal, contorni neri e netti, ironia. Sono gli elementi tipici della Pop Art che mixati danno vita a Pit-Pop: contrazione dei termini pittogramma e pop, perché questo segno esprime un concept pittogrammatico nella forma e pop nel contenuto, che assorbe la realtà trasportando nell’arte situazioni e gesti di ogni giorno. Un progetto che parte dall’arte e incontra il design. Proprio come i piatti “Pop Plate” lanciati su Kickstarter, caratterizzati dai disegni in superficie di Pit-Pop, che diventano elementi decorativi protagonisti dell’abitare quotidiano. Senza mai trascurare la qualità e il Made in Italy. I piatti Pit-Pop, infatti, non sono solo disegnati ma anche prodotti in Italia.

OBIETTIVO 9.500 €. Il “goal”, o meglio l’obiettivo che Antonella e Gennaro vogliono raggiungere su Kickstarter, è pari a 9.500 euro in 40 giorni. Tutti i donatori riceveranno una reward, un premio, in base al proprio contributo. Il principio che regola Kickstarter è quello del “tutto o niente”: se il progetto va in porto, la cifra sarà devoluta ai designers italiani; se il goal fallisce, non ci sarà alcun addebito per chi ha scommesso sul progetto. «Dopo il successo ottenuto su Eppela con il progetto “Pop, amore e fantasia”, vogliamo affrontare una nuova sfida che ci permetterà di portare in tutto il mondo il tratto Pit-Pop, entrando così nella quotidianità delle persone», affermano con convinzione Antonella Tolve e Gennaro Schinco. Per supportare il progetto “Pop Plate” by Pit-Pop su Kickstarter si può andare su: https://www.kickstarter.com/projects/558626586/pop-plate

di Redazione 


 COMMENTI
  •  reload