Stampa questa pagina

Sequestri, confische e daspo: i primi numeri del "Progetto Mattinata"

La Questura ha diffuso i dati sui primi nove mesi del 2018 relativi al cosiddetto “progetto Mattinata”, una strategia di lotta al crimine che parte dal comune garganico ritenuto centro nevralgico, per la sua posizione centrale fra Manfredonia, Monte Sant’Angelo e Vieste, con l’obiettivo di giungere al completo risanamento di quel territorio sia sotto il profilo amministrativo che giudiziario e di prevenzione, tutto questo in stretta sinergia con Prefettura, Procura della Repubblica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza

MISURE DI PREVENZIONE   PERSONALI

Primi nove mesi

2017

Primi nove mesi

2018

Avvisi orali emessi

65

110

Fogli di via obbligatori emessi

13

19

Daspo irrogati

19

35

Proposte  di sorveglianza speciale inoltrate al Tribunale

26

38

 

MISURE DI PREVENZIONE   PATRIMONIALI

 

 

 

Primi nove mesi

2017

Primi nove mesi

2018

Misure di prevenzione patrimoniali proposte al Tribunale

 

2

7

Misure di prevenzione patrimoniali ( sequestri e/o confische) eseguite

2

2

Valore stimato dei beni sequestrati                                               €   

400.000

550.000

Valore stimato dei beni confiscati                                               

400.000

1.000.000.


SEQUESTRI E CONFISCHE. Misure di prevenzione patrimoniali eseguite:
-    Confisca a carico di Di Summa Salvatore, nato a Poggio Imperiale (FG) il 22.07.1969 (Valore stimato circa quattrocentomila euro)
-    Confisca a carico di Notarangelo Matteo, nato San Severo (FG) il 22.05.1956 (Valore stimato circa un milione di  euro)
-    Sequestro anticipato a carico di Bruno Angelo, nato a Foggia il 20.09.1968   (Valore stimato circa cinquecentocinquantamila euro)
Sono inoltre in corso di valutazione presso il Tribunale di Bari, ben 5 misure di prevenzione patrimoniali richieste dal Questore di Foggia, per un valore di circa 6.000.000 di euro.


Contenuto sponsorizzato

di Redazione 


 COMMENTI
  •  reload