Stampa questa pagina

Aule sicure, progetti e biblioteche online: accordo tra l’Associazione dei Comuni Foggiani e le scuole

Il protocollo è stato siglato dopo vari incontri propedeutici

Sottoscritto a Palazzo Dogana il Protocollo d’Intesa tra l’Associazione dei Comuni della provincia di Foggia e le Scuole primarie e secondarie del territorio dauno.

IL PRINCIPIO. L’accordo è stato preparato da incontri propedeutici che sono iniziati a settembre del 2016, fino a concludersi con la sottoscrizione del 15 febbraio. Prima le scuole, intervenute nella riunione propedeutica del 31 gennaio, hanno apprezzato e sottoscritto l’accordo poi una delegazione di dirigenti scolastici e docenti, guidata dalla dott.ssa Episcopo, è stata ricevuta dal Presidente della Provincia, Francesco Miglio, che ha sottoscritto a sua volta il Protocollo.

GLI EFFETI DELL’ACCORDO. “Come insegna il modello dell’Organizzazione Territoriale - ha detto Di Gregorio (Presidente di ACF) - il raccordo tra Enti diversi che operano sul territorio con funzioni diverse si persegue con forme originali, non gerarchiche, ma di tipo cooperativo”. Si costituiranno pertanto due Comitati di coordinamento: quello strategico e quello tecnico, e si costituirà la struttura di assistenza tecnica che avrà il ruolo di formulare i progetti di rilevanza strategica indicati dai Comitati ed intercettare i finanziamenti più opportuni, integrandoli e finalizzandoli. L’accordo non prevede costi di funzionamento, ma conta sui finanziamenti che si riusciranno ad acquisire in una logica territoriale e secondo un principio di economia di scala.

LE PRIME INIZIATIVE. Una delle prime iniziative che si conta di seguire sarà quella che farà leva sul finanziamento del Fondo Comma 140 per rivedere le strutture scolastiche e renderle più sicure, anche dal punto di vista sismico. L’obiettivo è anche quello di portare le scuole ad un nuovo tipo di didattica, più progettuale e meno mnemonica oltre ad un orientamento più concreto con le strategie di sviluppo locale, aperte al territorio ed attente ai suoi cambiamenti. Una biblioteca on line, già funzionante sul sito web dell’ACF, inoltre, consentirà di scambiare in rete le buone pratiche e valorizzare le eccellenze che certamente le scuole della Capitanata sono in grado di sviluppare.

Codice sponsorizzato

di Mastrulli Michele


 COMMENTI
  •  reload