Stampa questa pagina

Satira. "Nel centro di Bologna non si perde neanche un bambino", invece a Foggia...

Non vado quasi mai in centro in macchina, se non è proprio necessario preferisco andarci a piedi o in bici. Ieri ci sono dovuto andare per lavoro. Ad un certo punto ho visto il classico vecchietto rincoglionito con un macchina anni '80 che veniva controsenso, stavo già per mandarlo a quel paese poi, vista l'età avanzata, ho deciso accostare e farlo passare guardandolo con uno sguardo tipo “t fazz passà pcchè si vicchiarill”. Si è fermato, ha abbassato il finestrino e mi ha detto: “che non li leggi i giornali? mo qua si può passare, sei tu che vai controsenso”.

HO PROVATO A TORNARE INDIETRO E ALLA PRIMA HO GIRATO A SINISTRA, ERA CONTROSENSO ANCHE Lì, ALLORA A DESTRA, ERA UNA STRADINA IN CUI NON ERO MAI STATO. Lucio Dalla diceva “nel centro di Bologna non si perde neanche un bambino”, io mi sono perso a Foggia. Il fatto è che io avevo iniziato a seguire i cambi legati alla viabilità del centro, mi ero fatto pure uno schema su un foglio di carta, ma le cose cambiavano così spesso che ho consumato una risma di A4 e così ho lasciato perdere.

E NON FINISCE QUI, MI DICONO CHE PROBABILMENTE A INIZIO FEBBRAIO CI SARANNO ALTRE NOVITà. Un amico molto informato mi ha detto che probabilmente Corso Garibaldi si potrà fare controsenso ma solo se hai tua suocera a bordo, mentre si potrà passare dal Viale della Stazione nei due sensi solo se sei Capricorno o Gemelli e infine si potrà parcheggiare su Corso Cairoli solo se poi ci si ferma a prendere un decaffeinato. Pare si stata bocciata invece la proposta di consentire l'accesso all'Isola Pedonale nel week end per chi ha la tessera del tifoso, sarebbe rimasta comunque chiusa...

<i>Vabbè, scherzi a parte, ma con tutte le start-up tecnologiche che ci sono in questo periodo, una che fa un'app sulle nuove strade di Foggia non si trova proprio?

di Sandro Simone


 COMMENTI
  •  reload