Satira: “e faccelo sto nome, e faccelo sto nome, dai Verile dai Verile faccelo sto nome”

Secondo me se fanno le olimpiadi di quelli che cambiano idea più velocemente i tifosi del Foggia si giocano la medaglia d'oro con i berlusconiani. Siamo passati da “De Zerbi ci porterà in serie A” a “De Zerbi n'n capisc nind” più velocemente di quanto ci ha messo in nano pelato a passare da “Renzi è il mio erede” a “Renzi è un dittatore”. Ma che veramend?

IL PRIMO. Oh sia chiaro, anche io mi sono incazzato oggi. Prendete il primo gol, l'ha segnato Michele Rigione. Ve lo ricordate ai tempi di Zemanlandia 2? Non voglio controllare con google, ma secondo me l'ultima volta che ha fatto un gol è stato durante un salasso alle scuole medie...

IL SECONDO. E il gol del 2-0? Sul contropiede Bencivenga ad un certo punto mi ha ricordato la famosa corsa di Mazzone verso la curva. Vabbè, intendevo lo stile, Carletto correva più veloce... ad un certo punto, se rivedete il replay, un difensore foggiano chiede all'altro se per recuperare il pallone non sia il caso di chiamare Lello Di Gioia...

IL TERZO. E il 3-0? Se sbaglia pure Agostinone è la fine. Quella palla andava spedita in tribuna, o almeno vicino alla panchina così forse riuscivamo a fregarcela, che co sto fatto di cambiare campo di allenamento ogni volta spariscono un sacco di palloni.

I COMPRATORI. Ai play off meglio non pensarci più. Però almeno una cosa di cui parlare ce l'abbiamo. Ma chi sono sti industriali del nord che hanno comprato il Foggia? E perché non vogliono dirci i loro nomi? Saranno leghisti e non vogliono farlo sapere in giro? Ma non lo sanno che da quando c'è Salvini il sud Italia è diventato di nuovo figo? Forse sono di origini napoletane e si sono spaventati per i cori? E che non lo sanno che se portano i soldi a noi va bene pure se prima della partita alla radio dello Zaccheria fanno trasmettere “O surdato nnammurato?”.

IL NOME. Comunque io di sto fatto non mi faccio capace. Ma scusa, metti che vengono allo stadio, a chi li dobbiamo intestare i biglietti omaggio? Mica possiamo fare la figura di merda che gli facciamo pagare il biglietto, la prevendita e il caffè alla fine del primo tempo? Facciamo così, i nomi no, però almeno dateci un aiutino, un indizio, la lettera iniziale... Compro una vocale, la A. La A ci sta sempre, meh... Propongo un coro: “e faccelo sto nome, e faccelo sto nome, dai Verile dai Verile faccelo sto nome”

Sandro Simone

PS. Lo so che l'immagine non c'entra nulla, ma è quella delle cronache semi-serie che facevo negli anni '90. E' vintage, tipo i satanelli...

di Sandro Simone


 COMMENTI
  •  reload