Speranze, cultura e ottimismo: anche Foggia ha il suo Carnevale 2015

Presentate le iniziative del mese di febbraio

“Un seme di speranza per far tornare il sorriso ai nostri cittadini”: è questa la definizione che il sindaco di Foggia, Franco Landella, attribuisce alla serie di iniziative promosse per “Carnevale a Foggia 2015”. Nella conferenza stampa di presentazione delle attività, tenuta stamane presso la Sala Giunta di Palazzo di Città emerge l’auspicio, da parte del primo cittadino e del suo gruppo di assessori, di innescare la passione dei foggiani per la cultura e lo spettacolo. 

IL BINOMIO SPERANZA-CULTURA. “Mi piace molto il binomio speranza-cultura, perché la cultura e la possibilità di ammirare il patrimonio artistico del nostro territorio attraggono turisti da tutta la provincia. E i turisti portano maggiori entrate per le attività commerciali e quindi un miglioramento dell’economia locale”: ne è convinta Anna Paola Giuliani, assessore alla Cultura. Con la Giuliani, hanno collaborato alla realizzazione del progetto gli assessori all’Istruzione e alle Attività Economiche, Carla Calabrese ed Eugenia Moffa, che si dicono soddisfatte dei risultati ottenuti, soprattutto relativamente alla partecipazione delle scuole di tutto il capoluogo e alla presenza delle associazioni no profit.

MOLTE ASSOCIAZIONI COINVOLTE. Un calendario pieno di impegni (LEGGI), e che fornisce ai foggiani un espediente per divertirsi in quella che “è notoriamente considerata la festa dei bambini e che invece sarà un occasione per far spuntare qualche sorriso anche sulle bocche degli adulti”, ha commentato il Sindaco. “È per noi un grande onore avvalerci della collaborazione di molte associazioni culturali come ‘Luce in Scena’ e ‘Capitanata Mia’; della presenza di artisti come Danilo Audiello (in arte Alexis Arts), eccellenza artistica del nostro territorio; dell’ausilio nella realizzazione della mostra offertoci dal Comune di Putignano; della partecipazione dell’Accademia di Belle Arti, del quartiere ferrovia e di tutti coloro che hanno preso parte a queste iniziative”: ha dichiarato Eugenia Moffa.

QUALCHE POLEMICA, E UN PO' DI MAGIA. Iniziative che però non hanno mancato di suscitare qualche polemica, perché le associazioni contattate dall'Amministrazione, almeno per questo tipo di attività, sembrano essere sempre le stesse, stando al parere di alcuni addetti ai lavori. A sedare gli animi, l'intervento dell’illusionista Danilo Audiello il quale, con un po’ di umorismo inglese eredità dei suoi studi all’Università di Cambridge, è riuscito a mettere tutti d’accordo con un trucco di magia, tanto da indurre il Sindaco a chiedere se si possa, con l’illusione, rimetter a posto i conti pubblici del Comune. 

Bianca Bruno

di Redazione 


 COMMENTI
  •  reload