Transumanza, trecento bovini in partenza da San Marco in Lamis

Partirà mercoledì 24 maggio l'unica transumanza di tipo orizzontale ancora attiva in Italia, da San Marco in Lamis verso Frosolone (IS).

I NUMERI. Una ventina di mandriani e circa trecento bovini faranno un viaggio di 180 chilometri e attraverseranno le province di Foggia, Campobasso, Isernia con soste notturne a San Paolo Civitate, Santa Croce di Magliano, Ripalimosani e arrivo sabato 27 maggio ad Acquevive di Frosolone.

IL VIAGGIO. La transumanza della famiglia Colantuono offre una notevole varietà di emozioni a chi avra' voglia di ammirarla e di seguirne un piccolo tratto, a piedi, in bici o a cavallo. E anche a chi vorra' sostenerla partecipando al crowdfunding indetto per la sua salvaguardia

LE CHIESE. E' un viaggio del cuore, ma anche del corpo e pure dello spirito - scrivono gli organizzatori in una nota - visto che sul cammino sono disseminate tante chiese, grandi e importanti come Santa Maria della Strada, a Matrice, o il Santuario delle Quercigliole a Ripalimosani e piccole cappelle e chiesette come quella della Madonna del Ponte, sulle rive del Fortore, dove la carovana sostera' mercoledi' notte in arrivo da San Marco in Lamis.

LA PARTENZA. Molto caratteristica è la prima tappa in cui la benedizione dei bovini precede il “rito” dell'accampanamento in cui le mucche più adulte e forti sono circondate dai mandriani che procedono alla sistemazione di un collare dotato di campanacci di varia dimensione e suono a seconda del ruolo della mucca nella mandria. Poi, l'emozione della partenza, sullo sterrato, in uno scenario da far west, mix di entusiasmo e ansia per quello che verrà nei tre giorni seguenti.

di Redazione 


 COMMENTI
  •  reload