Un giorno da vigile per i bambini

Il progetto “Sicura-Mente insieme” della Polizia Municipale

Nei giorni scorsi gli alunni della scuola primaria Parisi - De Sanctis hanno avuto la possibilità di essere vigili per un giorno, grazie al progetto “Sicura-Mente insieme” della Polizia Municipale di Foggia.

IL PROGETTO. La settimana prossima toccherà all'Istituto San Giuseppe, e poi, a seguire, a tutte le altre scuole primarie della città: in totale è previsto il coinvolgimento di oltre 3.000 bambini. Il progetto è realizzato in collaborazione con gli assessorati alla Pubblica Istruzione e alla Sicurezza del Comune di Foggia e vede coinvolti, in modo particolare, il Maggiore Paolo Frattulino e il Maresciallo Capo Severina Cavalli.

LA STRUTTURA. Il progetto è strutturato in tre fasi, a cominciare dall'incontro con genitori degli alunni in cui si parla sul rispetto delle regole e si approfondiscono le tematiche della sicurezza stradale. La seconda fase prevede una parte teorica svolta in classe con i bambini, in cui i Vigili prendono spunto da una fiaba ambientata a “Sicurandia, la città della sicurezza”, ideata dagli autori del progetto, per parlare delle più elementari norme riguardanti il rispetto delle persone e del codice della strada, anche in questo caso in particolare sulla sicurezza stradale. La terza fase, infine, prevede una parte pratica: nelle vicinanze della scuola e in tutta sicurezza i bambini indossano i panni del vigile e fanno delle prove pratiche in cui mettono in pratica gli insegnamenti appena ricevuti.

IL VIGILE AMICO.Il progetto - spiega al termine della prima tappa dell'iniziativa, Paolo Frattulino - è stato fortemente voluto dall'Amministrazione Comunale e nasce per educare fin da subito i piccoli cittadini al rispetto delle regole e per stabilire il concetto dell'osservanza, non per paura della punizione ma per vivere meglio ed in sicurezza. Per noi è anche l'occasione per rafforzare nei piccoli la figura del vigile amico, tra l'altro come Polizia Municipale abbiamo un rapporto quotidiano con le scuole primarie curando la vigilanza negli orari di ingresso e di uscita degli alunni”.

di Redazione 


 COMMENTI
  •  reload