Vieste, sosta in rada per lo yacht di lusso di Flavio Briatore

La presenza di un lussuoso yacht in rada a Vieste per l'intera mattinata di ieri ha incuriosito i turisti in vacanza nella cittadina garganica. Ad ancorare al largo della baia di Portonuovo è stata la Force Blue, l'imbarcazione di proprietà di Flavio Briatore. L'imprenditore, però, non era a bordo.

LO YACHT. Visibile sull'intero lungomare Mattei, il panfilo lungo oltre 60 metri, ha sostato dalle prime ore del mattino attirando le attenzioni dei bagnanti alla ricerca di qualche scatto vip. A bordo, tuttavia, non vi era né Flavio Briatore né la sua compagna Elisabetta Gregoraci. Attualmente, la Force Blue, giunta dalle coste croate per poi dirigersi in serata a Gallipoli, è noleggiata a facoltosi diportisti. Secondo l'ipotesi circolata tra i cittadini viestani, il motivo della sosta è da ricercarsi in un 'inchino' dei fratelli Ferdinando e Luciano Tarquini, rispettivamente comandante e ingegnere capo dell'imbarcazione, in onore della loro mamma di origini viestane, Lucrezia Del Zompo, scomparsa nel 2015 a causa di un tumore.

GUAI FISCALI. Proprio la gestione della Force Blue, battente bandiera delle isole Cayman, ha causato guai giudiziari a Flavio Briatore, condannato in primo grado nel 2015 a un anno e undici mesi perchè accusato, insieme ad altre persone, di reati fiscali legati al noleggio dello yacht. Secondo l'accusa, l'imprenditore brianzolo avrebbe usato il megayacht per uso diportistico in acque territoriali italiane dal luglio 2006 al maggio 2010 simulando un'attività commerciale di noleggio e quindi senza versare la dovuta Iva all'importazione per 3,6 mln di euro e usando carburante come esente dalle accise mentre doveva essere soggetto a imposte. Attualmente è in corso il processo di appello.

di Michele Gramazio


 COMMENTI
  •  reload