Stampa questa pagina
  • Pubblicata il: 13/05/2019 12:19:51

Dopo Torino, ecco subito Foggia: il tour italiano di Clara Sánchez fa tappa alla Ubik

L’ospite internazionale della libreria

Dopo il Salone Internazionale del Libro di Torino, viene subito Foggia. È il tour italiano di Clara Sánchez a dirlo: autrice da due milioni di copie attesa nella giornata di oggi, lunedì 13 maggio, alle ore 19, nello spazio live della libreria Ubik. Dopo aver incontrato i suoi fan all’interno della più importante manifestazione libraria italiana, la scrittrice spagnola comincia il suo tour a Sud e in Puglia proprio dal presidio culturale di Piazza Giordano. Al centro della serata, il suo nuovo romanzo: “L’estate dell’innocenza” (Garzanti, 2019).

UNA STORIA CHE PARLA DI LEI. In patria ha vinto i tre più importanti premi letterari. È spagnola di Guadalajara, madrilena d’adozione. In Italia, ha raggiunto un successo straordinario con il romanzo “Il profumo delle foglie di limone” (Garzanti, 2011), best-seller ambientato sulla Costa Blanca, in Spagna, incentrato sulla vicenda della trentenne Sandra e dell’ottantenne Juliàn, sopravvissuto agli orrori del campo di concentramento di Mauthausen. “L’estate dell’innocenza”, pubblicato meno di una settimana fa in Italia, è un libro diverso: un affresco romanzato della vita dell’autrice, ispirato alla sua infanzia e adolescenza, poetico e delicato al contempo, raccontato attraverso gli occhi di una bambina di dieci anni che, guarda caso, ha il sogno di diventare una scrittrice. A introdurre l’ospite internazionale di questo maggio di incontri live alla Ubik, sarà il direttore artistico della libreria, Michele Trecca.

IL ROMANZO. C’è un’età della vita in cui sono gli altri a scegliere, perché noi non siamo ancora in grado di farlo da soli. È la magia dell’essere bambini, il segreto che si nasconde dietro l’innocenza di quegli anni. Così è per Beatrice durante le vacanze estive dei suoi dieci anni, in compagnia del mare della Costa Brava che brilla di mille puntini all’orizzonte e della sua famiglia un po’ fuori dagli schemi: donne tenaci, indipendenti e a volte nevrotiche, che non si sono mai rassegnate al ruolo di mogli e madri. Sua mamma non ha peli sulla lingua ed è in cerca di protezione, più che offrirne. Olga, la zia preferita, colta e sofisticata, è come avvolta in un’aura di luce e la trascina in un mondo fatto di abiti di seta e balli. In loro Beatrice vede la donna che vuole diventare. In loro intravede, senza capirlo appieno, l’equilibrio sottile delle relazioni con gli uomini, fatto di amore e, talvolta, dolore.

IL SOGNO DI DIVENTARE SCRITTRICE. E mentre suo padre sembra non interessarsi di nulla, ridotto a pura presenza fisica, lo zio Albert le chiede il vero motivo per cui da grande vorrebbe fare la scrittrice, ed è l’unico a dirle che la vita non è come appare: né migliore né peggiore, ma diversa. Beatrice è solo una bambina ma, in quell’estate, qualcosa comincia a cambiare. Una crepa scheggia la sua innocenza portandola lontano dall’infanzia. Il ricordo delle onde e della sabbia sui piedi resterà per sempre nel suo cuore, insieme al sapore di un’età in cui tutto è possibile, ma al contempo si fa strada in lei la consapevolezza che crescere vuol dire cambiare mille volte corpo, voce e volto.

L’AUTRICE SPAGNOLA. Clara Sánchez è l’unica scrittrice ad aver vinto con i suoi romanzi i tre più importanti premi letterari spagnoli: il premio Alfaguara con “La meraviglia degli anni imperfetti”, il premio Nadal con “Il profumo delle foglie di limone”, bestseller che ha venduto un milione di copie, in cima alle classifiche di vendita per anni, e il premio Planeta con “Le cose che sai di me”. In Italia sono tutti pubblicati da Garzanti, insieme a “La voce invisibile del vento”, “Le mille luci del mattino”, “Entra nella mia vita”, “La forza imprevedibile delle parole” e l’attesissimo seguito del Profumo, “Lo stupore di una notte di luce”. Il suo ultimo romanzo è “L’amante silenzioso”.

di Redazione