Ascanio Celestini a Foggia: sul palco le sue 'Storie e Controstorie'

Nell'ambito del festival Questioni meridionali

Attore, scrittore, regista, autore. Diviso tra teatro e televisione con incursioni nell’universo del cinema documentario. Ascanio Celestini sarà a Foggia il 31 agosto nel suggestivo chiostro di Santa Chiara (ore 21) per chiudere la sesta edizione di Questioni Meridionali, con lo spettacolo ‘Storie e Controstorie’.

L'OPERA. Scritto e interpretato dallo stesso Celestini, 'Storie e Controstorie' è un insieme di racconti che si consumano in pochi minuti. Al centro c’è l’importanza delle parole, in un repertorio da viaggio di storie vecchie e nuove alle quali se ne aggiungono altre, di sera in sera, nel corso della tournée. C’è Toni Mafioso, presidente del partito dei mafiosi e Toni Corrotto presidente del partito dei corrotti, ma c’è anche l’opposizione che gioca a bridge nel salottino privato del bar della mafia in via della corruzione. C’è il piccolo paese che forse ci sembra piccolo perché lo vediamo da lontano, o forse ci sembra ancora lontano, mentre è soltanto piccolo piccolo. La pièce di Celestini mette assieme tanti piccoli episodi, tra racconti, monologhi e riflessioni raccontando con comicità e ironia profondamente tragica, ancora una volta, di noi, delle storture del nostro Paese, coinvolgendo il pubblico in un mix sentimentale, emotivo, politico, sociale particolarmente intenso.

QUESTIONI MERIDIONALI. E' il festival ideato da SpazioBaol e realizzato con il sostegno di Comune di Foggia-Assessorato alla Cultura, Fondazione dei Monti Uniti, Fondazione Apulia Felix, in collaborazione con Libreria Ubik: tre giorni di approfondimenti, dibattiti, incontri, reportage e musica per descrivere il territorio, la comunità e la sua identità. Il senso di Questioni Meridionali - spiegano i promotori - sta nel ribadire ancora una volta che i linguaggi dell’arte e della cultura sono il tramite con il quale stimolare riflessioni su temi cardine della società e del contemporaneo e lo si ribadisce con uno dei più grandi narratori italiani. Biglietti disponibili sul sito www.bookingshow.it

di Redazione 


 COMMENTI
  •  reload