"Indipendent show": a Calebasse si fa festa, tra Foggia e Senegal

Una grande festa in occasione dell'anniversario dell'Indipendenza del Senegal. E' quella organizzata da Calebasse di Foggia (via Leone XIII): il 4 aprile ricorre, infatti, il 57° anniversario dall'indipendenza dai francesi e in occasione di questa ricorrenza, mercoledì 5 aprile, il contenitore interculturale ha organizzato una festa che vedrà presenti italiani e africani, tutti uniti per festeggiare un momento così importante nella vita del Senegal.

LO SHOW. Una serata danzante, accompagnata dal ritmo e dallo spirito travolgente dei suoni dell'Africa. Una nuova occasione di incontro e di interazione, ricca di colori, musica e sapori. Tanta contagiosa allegria e un menù speciale per viaggiare e lasciarsi contaminare dall'allegria africana. Una festa davvero inedita per la città di Foggia, che per una sera si trasformerà in una città del Senegal! (Per info e prenotazioni: 0881.1780499 o 329.5381312).

NOTE STORICHE.   Data la posizione geografica particolarmente strategica per le rotte commerciali, il Senegal è stata una delle colonie più importanti dell'Africa occidentale disputata da portoghesi olandesi, inglesi e francesi. Partiti con una iniziale intensa  tratta degli schiavi dal 1800, la Francia iniziarò una politica di sviluppo della colonia costruendo infrastrutture, favorendo la diffusione di colture specializzate (come quella delle arachidi), eleggendo come capitale dell'Africa Occidentale francese, e concedendo la nazionalità francese agli abitanti delle principali città senegalesi.  Nel periodo tra le due guerre mondiali la classe dirigente africana, di cultura francese, iniziò a premere per l'inidpendenza del Senegal. Fu proprio un senegalese, Léopold Sédar Senghor, uno dei preculsori del movimento politico - letterario - culturale della negritudine, movimento che si proponeva rivendicare le qualità e capacità del popolo nero normalmente sottovalutato e sminuito dai colonizzatori. Nel 1958, a seguito di un referendum, il Senegal accede a mantenersi all'interno della Comunità francese (un'organizzazione che prevedeva l'autodeterminazione graduale delle colonie pur mantenendo relazioni commerciali con la Francia), però dichiarandosi una repubblica autonoma con governo e costituzione propria. L'anno dopo, sempre Senghor, promosse la costituzione della Federazione del Mali, formata da Senegal e Sudan francese (oggi Mali). Finalmente, la Federazione divenne completamente indipendente dalla Francia  solo un anno dopo la sua creazione, il 4 aprile del 1960 (fonte: www.smallworldfs.com)

di Redazione 


 COMMENTI
  •  reload