Stampa questa pagina

Cerca di strangolare la mamma che non vuole dargli i soldi per la droga

Aveva lanciato elettrodomestici dal balcone

immagine
Per comprarsi la droga chiedeva soldi ai genitori, minacciandoli e picchiandoli sotto l’influenza di sostanze stupefacenti: è stato arrestato dai carabinieri di Cerignola, V. T., 28 anni, per i reati di tentata estorsione e maltrattamenti in famiglia.
LE MINACCE E LE PERCOSSE. I militari erano intervenuti, dopo una richiesta al 112, presso l’abitazione di T.: il giovane stava minacciando e percuotendo la madre, nel tentativo di ottenere la somma di 100 euro, da utilizzare per l’acquisto di sostanze stupefacenti. Il padre aveva cercato di fermare il figlio ma il suo intervento era stato vano dato che T. aveva continuato a picchiarla, cercando addirittura di strangolarla.
GLI ATTEGGIAMENTI VIOLENTI. Solo l’intervento dei militari, che hanno bloccato il giovane, ha posto fine alla violenza nei confronti dei genitori, soprattutto della madre. Nell’ultimo periodo, infatti, a causa del suo continuo bisogno di stupefacenti, aveva iniziato ad assumere degli atteggiamenti violenti nei confronti dei genitori per richieste di denaro.
GLI ELETTRODOMESTICI DISTRUTTI. Il ragazzo, sotto l’influenza di sostanze stupefacenti, qualche giorno prima aveva addirittura distrutto degli elettrodomestici lanciandoli dal balcone di casa. La madre, in alcuni episodi precedenti, dopo aver subito violenze si era rivolta alle cure dei sanitari del pronto soccorso dell’ospedale di Cerignola, inventandosi delle storie per non compromettere il figlio. Inoltre, la donna aveva parlato con gli spacciatori cercando di convincerli a non vendere più la droga al proprio figlio.

di Redazione 


 COMMENTI
  •  reload