Stampa questa pagina

Respinta la lista del PD alle elezioni provinciali, si dimette il segretario Lia Azzarone

Lia Azzarone si è dimessa dall’incarico di segretaria provinciale del Partito Democratico. “Rappresentare la comunità politica del Partito Democratico della Capitanata - scrive in una nota - è un grande onore da cui derivano grandi responsabilità, che avverto tutte e per intero all’indomani della ricusazione della lista dei candidati alle prossime elezioni per il rinnovo del Consiglio provinciale a causa di un “cavillo” formale nell’autenticazione delle firme di consiglieri comunali candidati al consiglio provinciale.

L’ERRORE FORMALE. “Per tale motivo - continua la Azzarone - ho deciso di assumermi personalmente tutte le responsabilità dell’errore formale che pregiudica un lavoro politico di qualità nella composizione della lista, che sarebbe sfociato in un risultato elettorale sicuramente vincente e di rilievo. Quella di Foggia era l’unica federazione pugliese che aveva deciso, forte dell’ampio numero di amministratori locali di area democratica, di pre-sentare una lista con il simbolo del Partito Democratico. Inevitabile, perciò, per me, ras-segnare le dimissioni dalla funzione di segretario provinciale per responsabilità oggettiva di quanto accaduto, volontà che, a seguito della pronuncia del TAR, ho già comunicato ieri sera al segretario regionale Marco Lacarra e ai vertici nazionali”.

SCELTA DOLOROSA. "È una scelta dolorosa - conclude l'esponente PD - compiuta per rispetto della più grande comunità politica della provincia di Foggia, di tanti militanti e dirigenti, amministratori e rap-presentanti istituzionali che ogni giorno mettono il loro impegno per il miglioramento delle nostre comunità. Ringrazio di cuore tutti loro per il sostegno politico accordatomi in questi anni e per la vicinanza umana manifestatami in questi ultimi, burrascosi giorni".

di Redazione 


 COMMENTI
  •  reload