Stampa questa pagina

Entra in pizzeria col suo pitbull, aizzandolo contro i clienti: arrestato 20enne

Operazione dei Carabinieri di Manfredonia

immagine
È entrato in una pizzeria con il suo pitbull, ma quando gli è stato chiesto di legare il cane ha dato in escandescenze. E così i Carabinieri di Manfredonia hanno tratto in arresto il 20enne Francesco Chiarista.
LA VICENDA. All’1.30 di notte Chiarista si presentava all’interno di una pizzeria della città con il suo cane di razza “pitbull”, cane di grossa taglia e sprovvisto sia di museruola che di guinzaglio. Invitato da un giovane cameriere a legare il proprio animale, Chiarista insultava e minacciava il cameriere, aggredendo verbalmente anche due clienti presenti nel locale, aizzando contro di loro il proprio cane che mordeva al braccio uno dei due malcapitati.
LA FUGA. Immediatamente contattati, i Carabinieri di Manfredonia si precipitavano sul posto giungendo proprio mentre l’uomo si dava alla fuga alla guida di una Alfa 156, riuscendo a dileguarsi. Le ricerche dei Carabinieri permettevano di rintracciare il giovane in un altro locale della città. Lo stesso, alla vista dei militari, cercava di nuovo la fuga aggredendoli, ma veniva definitivamente bloccato e tratto in arresto.
L’ARRESTO. Tre i Carabinieri feriti con prognosi di giorni 8, 10 e 6. L’uomo, tratto in arresto per i reati di resistenza a Pubblico Ufficiale, lesioni personali aggravate, violenza privata, ingiuria e minacce, è stato associato al carcere di Foggia e a seguito di giudizio con rito direttissimo condannato a anni uno e mesi sette di reclusione, pena sospesa.

di Redazione 


 COMMENTI
  •  reload