Stampa questa pagina

Incendi e bombe di fine anno a Foggia e provincia: tre attentati per chiudere (male) il 2019

Tre attentati ad attività commerciali di Foggia e provincia. Tutte durante la Notte di San Silvestro, confidando anche nella confusione e nel rumore dei botti di Capodanno. E' l'amaro bilancio dell'ultimo giorno del 2019. 

NEI BAR. A Foggia si sono registrati due incendi dolosi in bar. E' stato colpito il Veronik, in via Lucera: forzata una porta posteriore, è stato appiccato un incendio che ha anche provocato un'esplosione, che ha divelto la saracinesca. Distrutte le telecamere interne al bar, i Carabinieri acquisiranno le immagini della zona. Dopo la mezzanotte, stessa soprte per il New Generation Café in via Alessandro Volta, in centro. Entrambi i titolari hanno riferito di non aver mai ricevuto minacce o richieste estorsive.

IL CENTRO ESTETICO. È stato un brutto risveglio anche per Apricena. Nella notte di Capodanno un ordigno è esploso davanti al Centro Estetico "Malisy". "Pensavamo di aver dimenticato questi avvenimenti, visto il periodo di tranquillità vissuto negli ultimi anni - hanno commentato dal Comune -. A testimonianza che bisogna mantenere sempre alta la guardia rispetto alla legalità".

Contenuto sponsorizzato

di Redazione 


 COMMENTI
  • Roby

    02/01/2020 ore 09:14:45

    La risposta più dura a le Lodi di un foggiano che torna per le festivita' la da la realta' di una città e provincia ancora in mano alla criminalita' che giustifica il terzultimo posto per la qualita' della vita occorre una svolta a 360 gradi una rivoluzione culturale e sociale forte che temo con questa classe politica mediocre e istituzioni incapaci di reagire in maniera decisiva, sara'molto difficile
  •  reload