Stampa questa pagina

Lavori Via Napoli, a 100 giorni dall'inaugurazione un 'segnale' dal cantiere : abbattuti due pini sui primi 60 metri di strada

Qualcosa si 'muove', dopo giorni di fermo, nel cantiere di via Napoli a 100 giorni dall'inaugurazione dei lavori di rifacimento del tratto di strada compreso tra Via Martiri di Via Fani e Viale Ofanto. Sono stati, infatti, abbattuti due pini marini che insistevano sui primi 60 metri di strada, all'interno del marciapiede centrale che divide le due carreggiate.

LAVORI A RILENTO. I lavori, partiti il 16 gennaio, stanno procedendo a rilento come aveva già segnalato Foggia Città Aperta nel mese di febbraio. All'epoca l'assessore ai lavori pubblici Antonio Bove aveva motivato i ritardi con la necessità di studiare modalità per preservare gli alberi. Evidentemente soluzioni che non sono state trovate. Nella sezione del sito istituzionale del Comune di Foggia, dedicata agli abbattimenti del verde, peraltro, non è presente alcun provvedimento di autorizzazione come previsto dal vigente regolamento.

ALBERI DA ABBATTERE. A dire il vero, tuttavia, già nel giorno dell'inaugurazione, il sindaco Franco Landella aveva messo 'in guardia' gli ambientalisti: “Le arterie stradali sono state rovinate dalla presenza di pini marini le cui radici hanno gonfiato l’asfalto presente sia sui marciapiedi che sulle strade – disse il primo cittadino che poi aggiunse: “Questi alberi venivano regalati dalla Forestale ai Comuni ma nella città di Foggia hanno fatto più danni che benefici”.

IL PROSIEGUO. Resta da comprendere se, sbloccato lo stallo, i lavori proseguiranno con più celerità. Con tale ritmo i 560 metri che rappresentano il tratto completo interessato dalle opere sarebbero completati tra circa 3 anni.
Fondazione Buon Samaritano

  • Contenuto sponsorizzato

di Michele Gramazio


 COMMENTI
  •  reload