Stampa questa pagina

TEL-E-COVID, al Policlinico Riuniti parte il supporto a distanza dei pazienti critici Covid-19

Il progetto è finanziato dalle donazioni dei cittadini

Parte al Policlinico Riuniti di Foggia l’innovativo Progetto “TEL-E-COVID” per Tele-Ecocardiografia e supporto tecnologico in remoto per pazienti critici Covid-19.

UN PROGETTO INNOVATIVO. “Il progetto Telecovid è un progetto altamente innovativo, un nuovo modello assistenziale che potrà migliorare la qualità delle cure per pazienti e per gli operatori sanitari, ottimizzando le risorse sia tecnologiche che umane - spiega il Direttore Generale del Policlinico RiunitiDott. Vitangelo Dattoli -. In questo momento di grave emergenza sanitaria, la tele-ecocardiografia non è solo uno strumento estremamente utile, ma diventa addirittura indispensabile in alcune condizioni di estrema criticità clinica ed assistenziale. Come prospettive future, il progetto potrà essere implementato ed esteso anche altre aree Covid aziendali ad altri presidi del Policlinico Riuniti di Foggia, come il “D’Avanzo” di Foggia, il “Lastaria” di Lucera o, eventualmente, ad altri contesti aziendali”.

I MEDICI. Il team di cardiologi del Policlinico Riuniti che ha elaborato l’innovativo progetto è guidato dal Prof. Natale Brunetti, Direttore della Struttura Complessa di Cardiologia universitaria e costituito dal Dott. Vincenzo Manuppelli e dal Dott. Riccardo leva. Collaboreranno gli anestesisti rianimatori Prof.ssa Gilda Cinnella, Direttore della Struttura Complessa di Anestesia e Rianimazione e il Dott. Livio Tullo.

BRUNETTI.Il progetto Telecovid costituisce una straordinaria opportunità per assicurare la massima qualità in tempo reale ai pazienti assistiti, minimizzando il rischio per gli operatori sanitari - dichiara il Prof. Natale Brunetti - . Con i precedenti progetti di telecardiologia si portava il cardiologo al letto del paziente, anche a distanza; con questo, al letto del paziente Covid si portano il cardiologo ecocardiografista e le più avanzate tecnologie di imaging cardiovascolare. Potenzialmente un solo cardiologo esperto di ecografia è in grado di gestire in remoto l’imaging cardiologico di tutto un ospedale, con un innovativo modello di smart-cardiology.

FINANZIATO DALLE DONAZIONI. “Il progetto Telecovid, come tutte le diversee importanti innovazioni tecnologichestudiate con l’obiettivo di contrastare il Covid-19, sono state integralmente finanziate dalle donazioni dei tantissimi cittadini che hanno dimostrato vicinanza al Policlinico Riuniti di Foggia – conclude il Direttore Generale Vitangelo Dattoli - . Abbiamo ritenuto così di onorare e di corrispondere la grande generosità ricevuta con un segnale di speranza e con qualcosa di duraturo e di prospettico per un impegno e per un upgrade dello sviluppo per il futuro della nostra struttura”.

di Redazione 


 COMMENTI
  •  reload